Comunicazione della Provincia di Lodi e di SAL

Comunicazione della Provincia di Lodi e di SAL in merito all'attuale crisi idrica

Data di pubblicazione:
20 Luglio 2022
Comunicazione della Provincia di Lodi e di SAL

Egregio/a Signor/a Sindaco

Dando seguito alle comunicazioni relative allo stato di crisi idrica rese nel corso dell’Assemblea dei Sindaci svoltasi il 7 luglio, desideriamo confermare che l’evolversi della situazione è soggetta a un costante monitoraggio e a un’attenta valutazione di ogni potenziale scenario, funzionale anche all’adozione di eventuali misure di intervento (attualmente non ritenute necessarie).

A tale proposito, evidenziando come le pur gravi criticità rilevate riguardino esclusivamente l’uso irriguo di acque superficiali, mentre non si registrano disagi e difficoltà di approvvigionamento in ordine agli usi civili di acqua potabile, sottolineiamo che Sal, in qualità di gestore del servizio idrico integrato, e la Provincia, nelle sue funzioni di supporto ed assistenza agli Enti Locali, sono impegnate a garantire un tempestivo ed esaustivo flusso di informazioni alle Amministrazioni Comunali, al duplice scopo di fornire una rappresentazione attendibile ed aggiornata dei fenomeni in corso e di favorire un coordinamento a livello territoriale delle possibili azioni.

Con particolare riferimento alle prescrizioni d’uso che i Comuni possono disporre nei confronti della cittadinanza (per esempio, la preclusione a scopo innaffiamento giardini in determinate fasce orarie), riteniamo opportuno invitare a un ricorso ponderato dello strumento dell’Ordinanza Sindacale, che può essere efficacemente e motivatamente attivato in presenza di specifiche condizioni locali che suggeriscono l’opportunità di una regolamentazione temporanea in deroga al regime ordinario, da verificare a seguito di confronto con il gestore del servizio, che è in grado di assistere l’Ente Locale nella valutazione della situazione e nelle scelte conseguenti. Resta tuttavia valida la raccomandazione di SAL di evitare l’invaso di piscine, il lavaggio auto, l’innaffio di orti, giardini e campi da calcio, limitatamente alla fascia oraria di maggiore erogazione (17-22) per garantire la funzionalità ottimale degli impianti di potabilizzazione e rilancio nella rete idrica di distribuzione.

La constatazione che lo stato di crisi idrica non abbia ad oggi riflessi sui livelli di uso potabile e igienico- sanitario dell’acqua e che le prospettive a medio termine non prevedano condizioni di emergenza non deve tuttavia pregiudicare la consapevolezza degli utenti e delle istituzioni riguardo l’esigenza di praticare e promuovere un utilizzo responsabile di questa preziosa risorsa vitale.

Ecco perché, accanto all’impegno di cura quotidiana e alla progettualità messa in campo per realizzare significativi investimenti sulla riqualificazione e il miglioramento dell’efficienza del sistema, Sal (in piena sintonia e collaborazione con la Provincia) sta definendo una campagna di comunicazione per sensibilizzare la popolazione lodigiana al tema e contribuire all’affermazione di pratiche virtuose, secondo modalità che verranno illustrate nelle prossime settimane e che richiederanno il contributo anche delle Amministrazioni Locali per dispiegare a pieno il loro effetto.

Certi di poter confidare in una proficua cooperazione, restiamo a disposizione per qualsiasi esigenza e cogliamo l’occasione per un cordiale saluto.

Lodi, 15 luglio 2022

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 04 Agosto 2022